Rassegna riservata a gruppi esordienti o emergenti, con cui si concretizza l’attenzione di Radio West per le realtà del territorio (in qualche caso i ragazzi provengono anche da fuori provincia e dalla Liguria). Rispetto al recente passato, la radio si rende conto che nel 1987 è diventato più facile dare spazio ai gruppi di base, grazie alla scossa al mercato prodotta dai Litfiba e dal nuovo rock italiano. La rassegna registra il tutto esaurito in tutte le serate, complici le fedelissime claques che ogni band si porta al seguito, ma anche la capacità della radio di sollecitare attenzione in una città come Ovada, lontana dalla sua zona di stretta influenza.

gli Stratos Wave (frammento audio)

Un esempio dell’iter organizzativo della Battaglia delle band: “Song for Lucy” è un brano composto ed eseguito dagli Stratos Wave, tratto da una cassetta demo registrata nel 1986 e spedita in radio per partecipare alla rassegna. In formazione Andrea Cinti (voce, chitarra, tastiere), Marco Bellana (batteria), Flavio Marini (basso) e Marco Pasotto (chitarra). Nel 1988 entrerà nel gruppo Massimo Torchio e gli Stratos Wave si trasformeranno in Riservato.


curiosità: i futuri Yo Yo Mundi alla Battaglia delle band!

La Battaglia delle band si ripete nella stagione successiva, ma la nuova formula scelta dall’Apple porta al naufragio dell’iniziativa. Rimarrà però nella storia la serata del 26 settembre 1987, quando davanti a una manciata di persone si esibiscono due gruppi acquesi misconosciuti, ma che si riveleranno seminali per la scena rock: i Matmagandi del cantante e chitarrista Paolo Archetti Maestri (già nei Knot Toulouse) e i From Our Sides del batterista Eugenio Merico: di lì a pochi mesi i due fonderanno gli Yo Yo Mundi. Nei Matmagandi troviamo anche Luca Olivieri (pianoforte e sintetizzatore) e gli alessandrini Fabio Gnecchi (basso) e Mirco Barberis (batteria): “Durarono il tempo di un battito di ciglia. Avevamo un nome bizzarro assai, lo so, e avremmo anche potuto lasciare un segno più significativo viste le notevoli potenzialità dei singoli musicisti, ma così non fu!” (Paolo Archetti Maestri).

La fase iniziale della carriera degli Yo Yo Mundi è documentata dalla pagina dedicata alla MC Jam 3.

album foto

Leave a Reply