Prima serata del Rock Festival , manifestazione dedicata al nuovo rock italiano e ospitata in teatro (già questa è una notizia). Primi protagonisti i romagnoli Violet Eves, caratterizzati dall’eterea voce di Nicoletta Magalotti e reduci dalla partecipazione a Sanremo Rock. Oggi sono quasi dimenticati, ma all’epoca erano tra i gruppi più considerati del rock alternativo, subito dopo Litfiba e Diaframma. 

Ad aprire il concerto, due gruppi emergenti del territorio, colti nel periodo delle loro prime uscite discografiche: i più rodati Polyart di Alessandria, tra new wave e un rock raffinato, con all’attivo due singoli e un album (“Nel sogno e nell’idea”, 1986); i Knot Toulouse di Acqui Terme, ispirati al rock inglese degli anni ’60, titolari del singolo “The Leaves Are Turning Blue” e destinati ad una carriera importante nell’ambito della scena musicale indipendente.

VIOLET EVES

Un estratto dal concerto di Alessandria (“Striking the Hours”) e il video del live a “Doc”, programma Rai del 1988 (“Promenade”).

POLYART

Gli audio dei singoli dei Polyart, due gradevoli techno-pop in perfetto stile anni ’80: “Bambole” (1985, lato B “Quiete profonde stanze”) e “Bandiera” (1986, lato B “Loved by the Rain”).

KNOT TOULOUSE

L’audio di “Three Light Steps”, dal demo omonimo (circa 1983-85): un’autentica rarità, estratta da una cassetta autoprodotta al tempo in cui la band, dal sound ancora acerbo, si chiamava semplicemente The Knot. In formazione, oltre al leader Gianrico Bezzato (autore, voce, chitarra) troviamo Roby Ghiazza (basso) e Achille Vacca (batteria, voce), oltre agli ospiti Pietrasanta (chitarra solista) e Tony Pirrone (batteria). A seguire il video di “The Leaves Are Turning Blue”, singolo del 1986.

album foto

la locandina

Leave a Reply